I giallorossi perdono in casa con la capolista Reggiana ma vincono a Verona il recupero contro la Rari Nantes
Ravenna Pallanuoto – Reggiana Nuoto: 6 – 10 (1-1, 1-3, 3-3, 1-3)
Rari Nantes Verona – Ravenna Pallanuoto: 5 – 9 (0-1,0-1,2-4,3-3)
Weekend con impegno doppio per Ravenna, impegnata nel consueto incontro del sabato, opposti alla capolista Reggiana, e nell’insolito incontro domenicale, per il recupero della partita non disputata il 2 giugno a causa della fase nazionale nella quale sono stati impegnati gli under 20 ravennati.
La partita di sabato, disputata alla Gambi di Ravenna, ha visto i giallorossi arrendersi alla più attrezzata Reggiana, che guida la classifica e che ormai veleggia verso la promozione diretta in serie B.
Gli ospiti hanno sempre avuto sotto controllo l’incontro, complice anche una difesa ravennate meno efficace del solito, soprattutto in inferiorità numerica. I giallorossi, dopo un avvio di gara non facile, hanno provato a rientrare in partita, ma complice qualche disattenzione difensiva e qualche gol di troppo subito, non sono riusciti ad impensierire gli ospiti.
Mister Pirazzini: “Oggi, al di là dei valori tecnici in acqua, erano di fronte due squadre con motivazioni molto diverse. I nostri ospiti, che ormai vedono la promozione a portata di mano, e noi che invece non abbiamo più molto da chiedere al nostro campionato. Loro si sono dimostrati squadra solida e ben attrezzata, ma noi non abbiamo sfigurato e avremmo potuto raccogliere qualcosa di più, come all’andata. Purtroppo non abbiamo difeso bene in inferiorità numerica ed abbiamo avuto qualche prestazione un po’ sottotono e in queste partite bisogna essere al massimo. Abbiamo avuto anche qualche problema di troppo in attacco in superiorità numerica, con gli schemi che non hanno girato bene come invece era fino a qualche settimana fa.”
Nel secondo incontro del weekend, Pirazzini ha potuto contare su un organico veramente ridotto al lumicino, a causa principalmente del lavoro che molti ragazzi hanno iniziato proprio in questi giorni.
La formazione era composta solo da 11 giocatori, contro i 13 previsti, ed annoverava due giovani under 17 ed un giovanissimo Carlo Biagetti, classe 2003, addirittura under 15. Tutti i ragazzi hanno saputo tenere il campo, soprattutto in difesa, ma hanno avuto anche alcune opportunità in attacco, dimostrando di avere carattere e di non subire la categoria.
L’incontro è stato equilibrato fino a metà gara, ma sempre sotto controllo dei ragazzi di Pirazzini, poi nel terzo periodo i giallorossi hanno piazzato il break decisivo ed hanno controllato fino alla fine. Da segnalare la tripletta di Tassi, che ha disputato un’ottima partita al centro ed il gol di Carlo Biagetti, al suo primo centro in serie C. Dispiace invece il brutto colpo subito da Tirelli a palla lontana (setto nasale fratturato per lui) al termine di una partita che, dopo tutto, non aveva un significato particolare per le due squadre, ma tant’è.
Ancora Pirazzini: “Con la formazione rimaneggiata di oggi, devo dire che sono molto soddisfatto della prestazione, soprattutto dei giovani che hanno saputo integrarsi al meglio, sia in attacco che in difesa. Bene il portiere, che ha dato tranquillità alla squadra, e Tassi che ha fatto valere la sua forza al centro. Peccato il colpo che è costato la frattura del setto nasale a Tirelli. Non ce n’era davvero bisogno, considerata la partita ed il risultato.”

Share