La Rari Nantes Bologna espugna la Gambi con il punteggio di 5-4

Ravenna Pallanuoto – Rari Nantes Bologna: 4 – 5 (0-2, 1-1, 2-0, 1-2)

Ravenna Pallanuoto: De Santis, Longo, Mazzotti, Monari, Tassi, Baroncelli, Allegri (2), Bagnari, Ciccone, Tirelli (1), Polezzo (1), Manieri, Gentile. All. Pirazzini.

Rari Nantes Bologna: Sgobbi, Bergo, Patti (1), Longino, Cenni (1), Busuoli, Durantini (1), Ganhal, Nevola, Di Bartolomeo, Sartorello (1), Dozza (1). All. Ponchi

Arbitro: Franceschini

Ancora un passo falso per i giallorossi fra le mura amiche della Gambi e ancora una volta al termine di una partita che poteva essere vinta. Ma sono emersi ancora una volta i problemi di una squadra ancora molto giovane ed inesperta: la scarsa precisione in attacco ed alcune disattenzioni nei momenti più delicati.

Ma il problema forse più pesante è proprio quella preparazione fisica, che sarebbe dovuto essere uno dei punti di forza dei ravennati e che invece si è rivelato essere una criticità.. 

Mister Pirazzini lo sottolinea in maniera molto pesante: “Per una squadra come la nostra, giovane e da costruire, è importantissimo tenere il ritmo alto e non consentire ad avversari più esperti di giocare in condizioni di tranquillità. Ma oggi si è visto molto bene quello che durante le ultime settimane abbiamo potuto constatare da parte di quasi tutti i miei giocatori. Un pesante calo di intensità in allenamento, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo. Se noi non siamo preparati al meglio, non abbiamo le risorse tecniche e di esperienza che possono far girare le partite a nostro favore.”

Considerato il momento della squadra ed il precario stato di forma di alcuni elementi, coach Pirazzini ha cercato di chiamare i suoi ad una prestazione molto attenta, soprattutto in fase difensiva, cercando comunque di imporre un ritmo superiore a quello degli avversari.

Nel primo periodo di gioco però i contropiede portati dai ravennati non vanno a buon fine e gli ospiti chiudono la prima frazione in vantaggio per 2-0 con due reti in superiorità numerica.

Secondo periodo molto equilibrato. Giallorossi a segno con Allegri in superiorità numerica e ospiti che ristabiliscono le distanze proprio sul finire del periodo con tiro di Patti, ex di turno, complice una sfortunata deviazione di Mazzotti che rende imparabile la sua conclusione per l’estremo difensore giallorosso De Santis.

Dopo il cambio di campo, i ravennati alzano l’intensità difensiva e rientrano sul 3-3 con un gol di Tirelli in contropiede e Allegri che va di nuovo a segno in superiorità numerica. 

Ma nel quarto ed ultimo periodo emergono le carenze della squadra. In almeno tre occasioni, i giallorossi riescono ad andare in contropiede ma sono poco lucidi e non riescono a concretizzare e, sui ribaltamenti di fronte, gli avversari li puniscono e si portano sul 5-3. A nulla serve la rete messa a segno da Polezzo in superiorità numerica ad un minuto dalla fine e i felsinei riescono a fare bottino pieno.

Ancora coach Pirazzini: “La partita era sicuramente alla nostra portata e questo rende la sconfitta ancora più difficile da digerire. Anche se il nostro campionato ormai è delineato, non mi è piaciuto affatto l’atteggiamento dei ragazzi oggi in vasca, ma soprattutto dobbiamo tornare ad allenarci con molto più continuità ed intensità. Purtroppo sono solo pochi gli atleti con cui si riesce a portare avanti un lavoro ben strutturato. In questo modo è veramente difficile cresce come squadra.”

Una pareggio ed una sconfitta per le formazioni giovanili. La squadra Under 17 di Lorenzo Dradi è stata pesantemente sconfitta (16-1) sul campo di Carpi, complice l’ennesima espulsione definitiva rimediata da Filatov, mentre la formazione Under 13 di Mazzotti ha pareggiato (5-5) in casa contro i pari età di Parma.

Nella foto: Coach Pirazzini con la squadra

Share