Storia

La storia della pallanuoto a Ravenna inizia nel 1981 nella piscina di Fornace Zarattini con il GSFZ – Gruppo Sportivo Fornace Zarattini.

Oltre alla prima squadra, che muove i suoi primi passi nei campionati di Serie D e Serie C, la società è attiva nella pallanuoto giovanile e inizia progressivamente a consolidare il proprio vivaio.

Nei primi anni ’90, a seguito dell’intervento di copertura della vasca da 50 m, le attività si spostano nella Piscina Comunale di Ravenna.

Dal 1993 al 1996 “Pallanuoto Ravenna” raccoglie l’eredità di GSFZ e diventa il nuovo riferimento per la pallanuoto cittadina, arrivando a conquistare lo storico traguardo della Serie B (in quegli anni campionato di livello nazionale, pari all’attuale Serie A2).

Con la cessione della società e del titolo sportivo, inizia un nuovo capitolo, che parte dalla costituzione di una nuova società “Ravenna Pallanuoto”: ripartita da zero con il solo settore giovanile, vengono gettate le basi per una nuova ascesa della pallanuoto ravennate, che culmina nel 2006 con la promozione in Serie B della prima squadra.

Nel 2008 pallanuoto e nuoto si uniscono in “Nuotatori Ravennati”, realtà che porta avanti il progetto sportivo legato a settori giovanili e prima squadra, la quale alterna la propria permanenza tra campionato di Serie B e di Serie C.

Dalla volontà di dare nuova linfa all’intero movimento, nel 2016 inizia un percorso congiunto con la Compagnia dell’Albero, Polisportiva ravennate attiva nella promozione e sviluppo dello sport giovanile: Ravenna Pallanuoto riparte da qui, dalla volontà di far crescere e consolidare la presenza della pallanuoto in città, proprio a partire dal vivaio giovanile.