Completo black out giallorosso nel terzo periodo di gioco. L’inesperienza e la mancanza di continuità dei giovani ravennati compromette l’incontro.

Rari Nantes Bologna – Ravenna Pallanuoto: 8 – 3 (0-0, 0-1, 6-0, 2-2)

Rari Nantes Bologna: Sgobbi, Lelli (3), Ganahl, Patti, Longino (1), Cenni, Nevola, Durantini (1), Bergo, Donzella (1), Di Bartolomeo (2), Sartorello, Dozza. All. Ponchi

Ravenna Pallanuoto: De Santis, Longo, Mazzotti, Solaroli, Tassi, Allegri, Bagnari (1), Ciccone (1), Tirelli, Polezzo (1), Baroncelli, Gentile. All. Pirazzini.

Bologna, 27 gennaio. Anche la trasferta in casa della Rari Nantes Bologna si conclude con una sconfitta per i ragazzi di Fabrizio Pirazzini, sconfitta maturata nel terzo tempo di gioco che ha visto i padroni di casa piazzare un incredibile parziale di 6-0.

La partita è molto equilibrata nelle prime due frazioni, con ritmi alti e difese molto attente che prevalgono decisamente sugli attacchi avversari. I giallorossi riescono a mantenere alta la concentrazione in difesa con un pressing molto alto ed in attacco, pur non riuscendo a concretizzare, gestiscono molto bene la palla senza esporsi ai contropiede avversari.

I primi due quarti di gioco si chiudono con i ravennati in vantaggio per 1-0 grazie alla rete messa a segno da Ciccone in contropiede, grazie anche alle parate di De Santis che para anche un rigore.

Mister Pirazzini: “La prima parte di gara è stata giocata in maniera molto buona dai miei ragazzi. Attenti in difesa e coperti in attacco. Fino a quando siamo riusciti a applicare quanto avevamo preparato, la partita è rimasta in equilibrio.”

Nel terzo tempo però i ravennati perdono un paio di palloni in fase di impostazione ed i padroni di casa non perdonano andando a segno in contropiede. Il black out generato da questi errori ne innesca altri che i felsinei riescono a monetizzare chiudendo definitivamente l’incontro nonostante De Santis riesca a neutralizzare un secondo rigore.

Ancora mister Pirazzini: “Siamo riusciti a partire decisamente bene ma poi abbiamo commesso moltissimi errori che gli avversari non ci hanno perdonato e noi abbiamo perso fiducia. Dispiace constatare ancora una volta che gli errori sono maturati quando non siamo riusciti a mantenere la concentrazione e quindi a seguire i temi preparati nel prepartita. Forse abbiamo pagato anche l’intensità dell’incontro e alla fine abbiamo ceduto qualcosa dal punto di vista fisico. Dovremo lavorare di più sulla preparazione natatoria, oltre che sulla concentrazione.”

Il quarto parziale, complice anche un calo di intensità dei padroni di casa che hanno in parte gestito l’incontro, si chiude sul 2-2, di nuovo in equilibrio, con le reti di Bagnari in superiorità numerica e di Polezzo con un bel tiro dalla distanza, ma il punteggio finale dice Rari Nantes 8 – Ravenna 3.

Sabato 3 febbraio i giallorossi attendono la visita di un ospite proibitivo, la formazione del Pol. Coop. Parma, una delle principali favorite per la vittoria finale del campionato,  in serie C e sarà un test davvero difficile per i giovani ravennati. Fischio di inizio alla Gambi di Ravenna alle ore 18.30.

Nella foto:Samuele Tirelli al tiro

 

Share