I giallorossi si impongono nettamente dopo un primo tempo da dimenticare

Ravenna Pallanuoto – US Persicetana: 9 – 4 (1-3, 3-0, 1-1, 4-0)

Ravenna Pallanuoto: De Santis, Longo, Mazzotti, Baroncelli, Tassi, Bustacchini, Allegri (2), Bagnari (3), Ciccone (4), Tirelli, Polezzo, Miglio, Gentile. All. Pirazzini.

US Persicetana: Franco, Lorenzoni (2), Salici, Zerbini (1), Pizzi, Balboni, Solmi, Massari (1), Montecchi, Mattioli, Passerini, Visone, Bergonzoni. All. Salomoni.

Ravenna, 7 aprile 2017. La ripresa del campionato dopo la sosta pasquale ha portato a Ravenna la formazione di San Giovanni in Persiceto, guidata da William Salomoni, il tecnico che per 7 anni è stato sulla panchina giallorossa.

L’avvio di gara è stato molto difficile per i ragazzi di Pirazzini che hanno faticato molto ad entrare in partita, commettendo diversi errori, sia in fase di impostazione di gioco che in fase difensiva, consentendo agli avversari di di chiudere il primo periodo di gioco in vantaggio per 3-1, con due reti in superiorità numerica ed una in contropiede nato da un errore dei ravennati, mentre la rete dei padroni di casa è messa a segno da Bagnari che converte velocemente una situazione di superiorità numerica da lui stesso procurata.

Nel secondo periodo i giallorossi alzano il ritmo di gioco e, pur commettendo ancora alcuni errori, piazzano un parziale di 3-0 con Bagnari grazie ad un tiro dai 5 metri e Allegri e Ciccone che vanno a segno in superiorità numerica.

Pirazzini: “E’ stata una partita un po’ strana, giocata contro William Salomoni che è stato con noi tanti anni e ha dato molto alla nostra società. Siamo scesi in acqua senza la giusta concentrazione e gli avversari ne hanno approfittato, poi siamo riusciti ad imporre il nostro gioco. Alla fine, registriamo buone statistiche in superiorità ed inferiorità numerica, anche se abbiamo commesso molti errori nei particolari, principalmente per mancanza di concentrazione.”

Dopo il cambio di campo, i ravennati continuano a spingere e allungano ancora con Ciccone, a segno in superiorità numerica ma i ragazzi di Salomoni reagiscono e vanno a segno dal centro, complice una difesa piuttosto debole, portandosi sul 5-4 e quindi continuano a spingere per raggiungere il pareggio ma non riescono a superare l’ottimo Matteo Gentile che chiude letteralmente la porta giallorossa con alcuni interventi davvero pregevoli, compreso un rigore parato sul finire del terzo periodo.

Il quarto e ultimo periodo è un monologo giallorosso mentre gli ospiti non riescono a mantenere il ritmo imposto dai padroni di casa: parziale di 4-0 (Allegri in superiorità numerica, Bagnari su rigore e Ciccone due volte ancora in superiorità numerica) e partita archiviata sul punteggio finale di 9-4.

Mister Pirazzini: “Non sono uso a fare complimenti a singoli atleti in particolare, ma oggi non posso non menzionare la prestazione di Matteo Gentile, che ha fatto la differenza nel momento cruciale della partita (sul punteggio di 5-4, ndr). Abbiamo due portieri di categoria superiore che stanno lavorando molto bene, Se tutta la squadra lavorasse come loro, da qui in avanti nessun obiettivo sarebbe precluso.”

Sabato prossimo, 14 aprile, un altro ex renderà visita ai ragazzi di Fabrizio Pirazzini: il Penta Modena guidato da Luca Selmi per la prima giornata del girone di ritorno con i ravennati che cercheranno di riscattare la prestazione molto opaca in apertura di campionato quando subirono una pesante sconfitta sul campo modenese.

Fischio di inizio alla Gambi di Ravenna alle ore 18.30

Nella foto: Matteo Gentile, classe 1999, para il rigore di Lorenzoni

Share