Partita dominata dalle difese. Gli episodi favoriscono Bologna

Ravenna Pallanuoto – Rari Nantes Bologna: 1 – 2 (0-0, 0-0, 0-0, 1-2)

Ravenna Pallanuoto: Guernaccini, Merlo, Mazzotti, Filatov, Tassi, Baroncelli, Allegri, Biagetti, Ciccone (1), Tirelli, Ghirardelli, Melandri, Gentile. All. Cukic.

Rari Nantes Bologna: Sgobbi, Leoncini (1), Bergo, Patti, Longino, Cenni, Racalbuto, Busuoli, Durantini, Lelli, Ceglia, Draghetti, Aicardi, Dozza (1).

Arbitro: Rizza

In una partita dal punteggio bassissimo e dominata dalle difese e dai portieri, sono bastate due disattenzioni per far pendere lago della bilancia dalla parte della Rari Nantes Bologna che ha fatto bottino pieno sul campo di Ravenna.

Considerato il disperato bisogno di punti salvezza, coach Cukic ha chiamato i suoi ad una prestazione molto attenta, soprattutto in fase difensiva, cercando comunque di imporre un ritmo superiore a quello degli avversari ed i suoi ragazzi hanno saputo chiudere a dovere le maglie difensive ma senza riuscire ad essere incisivi in attacco, nonostante le situazioni di superiorità numerica ed alcuni contropiede non finalizzati a dovere.

Il tema della partita non cambia per i primi tre periodi di gioco. Entrambe le formazioni non riescono ad andare a segno grazie alle difese molto attente ed ai portieri che sanno opporsi al meglio ai tiri degli avversari.

Il commento di Cukic: “Dopo la brutta sconfitta della partita di andata, ci eravamo preparati bene per questo incontro. Ottima la difesa, ma in attacco abbiamo commesso troppi errori e alla fine abbiamo pagato in un paio di leggerezze in copertura dopo le azioni di attacco.”

La partita si decide infatti nel quarto periodo: dopo aver perso palla in attacco, i giallorossi concedono due contropiede che gli ospiti finalizzano alla perfezione portandosi sul 2-0 a poco più di 2 minuti e mezzo dal fischio finale. I padroni di casa accorciano le distanze con Ciccone con un pallonetto dai 5 metri e possono arrivare al pareggio sull’ultima azione con Tassi che si trova davanti al portiere avversario ma non riesce a mettere a segno il gol del pareggio.

Coach Cukic: “Ora la situazione si fa ancora più complicata. Da questa partita sarebbero dovuti arrivare punti importanti. La prossima sarà un’altra partita proibitiva ma poi dovremo assolutamente vincere le ultime tre partite casalinghe con Carpi, Persicetana e Belluno, se vogliamo ambire alla salvezza.”

Il turno successivo si giocherà di venerdì a Bologna, perché la piscina Carmen Longo sarà impegnata sabato 18 aprile per un importante trofeo di nuoto. Ad attendere i giallorossi ci sarà la corazzata De Akker Bologna, in testa al campionato a punteggio pieno, Fischio di inizio alla Gambi alle ore 21.00.

Domenica sono scesi in acqua anche i ragazzi della formazione Under 17, impegnata nei quarti di finale del campionato regionale contro i pari età di Carpi. I giovani ravennati, guidati da Casadio e Cukic hanno avuto la meglio con il punteggio di 8-5 e ora disputeranno la semifinale del campionato regionale di categoria.

Vittoria anche per la squadra Under 15 contro i ragazzi di Riccione con il punteggio di 7-4.

Nella foto: Dario Baroncelli in azione

Share